Departamento de
Traducción e Interpretación

BITRA. BIBLIOGRAFÍA DE INTERPRETACIÓN Y TRADUCCIÓN

 
Volver
 
Tema:   Calidad. Problema. Técnico. Género. Profesión.
Autor:   Cavallo, Stefania
Año:   2016
Título:   Il controllo qualità nella traduzione della manualistica tecnica [Quality control in the translation of technical handbooks]
Lugar:   Bologna
http://amsdottorato.unibo.it/7741/
Editorial/Revista:   Università di Bologna
Idioma:   Italiano.
Tipo:   Tesis.
Disponibilidad:   Acceso abierto
Resumen:   La qualità rappresenta ancora oggi un tema molto discusso nell’ambito dell’industria della traduzione. Gli standard che regolano il settore riservano grande attenzione ai processi, mettendo in secondo piano il prodotto. A differenza di quanto avviene nella pratica, le norme non distinguono i controlli di qualità in base alle caratteristiche del testo e alle specifiche di progetto, ma stabiliscono un approccio unico che ha nella sua espressione la pratica della revisione. Prendendo in considerazione la tipologia testuale dei manuali d’istruzioni e analizzando i limiti dei diversi tipi di controlli applicabili, il presente elaborato cerca di valutare l’impiego di un modello di valutazione per il controllo qualità all’ interno di un CAT Tool. Tentando di simulare una situazione reale, revisione e Linguistic Quality Assurance (LQA) sono stati messi a confronto in termini di tempi e tipologie di modifiche effettuate. Dallo studio è emerso che la necessità di categorizzare gli interventi rallenta i tempi di controllo attraverso il Linguistic Quality Assurance e che, in relazione alle modifiche effettuate, la revisione si conferma lo strumento di controllo più completo non solo in termini correttivi ma anche migliorativi. Lo studio ha, inoltre, mostrato alcuni elementi che devono necessariamente essere presi in considerazione affinché il LQA possa essere utilizzato in scala più ampia per il controllo e per la valutazione della qualità, tra questi: il numero delle categorie di errore che deve essere ridotto al minimo per ridurre i tempi; la formazione e la pratica dei valutatori che devono essere incentivate affinché questi acquistino familiarità con gli strumenti e la metodologia da utilizzare; la soggettività legata alla valutazione che, nonostante eventuali istruzioni, resta fortemente legata alla “soglia di tolleranza” all’errore di ciascun valutatore. [Source: Author]
 
 
2001-2021 Universidad de Alicante DOI: 10.14198/bitra
Comentarios o sugerencias
La versión española de esta página es obra de Javier Franco
Nueva búsqueda
European Society for Translation Studies Ministerio de Educación Ivitra : Institut Virtual Internacional de Traducció asociación ibérica de estudios de traducción e interpretación